Estetica Corpo

Smoothshapes

PER ARRIVARE ALL’ESTATE IN FORMA PERFETTA È UTILE AGIRE TEMPESTIVAMENTE.
La cellulite è un inestetismo clinico cronico degenerativo del pannicolo adiposo sottocutaneo che riconosce come causa un’alterazione microcircolatoria con conseguente edema e evoluzione fibrosclerotica che determina deformità del profilo corporeo e della superficie cutanea (il cosiddetto aspetto a buccia d’arancia e a materasso per intenderci) molte condizioni ne favoriscono l’insorgenza e l’aggravamento: insufficienza venosa e linfatica cronica, alterazioni posturali, aumento di peso, gravidanza, terapia estroprogestinica ed errori comportamentali come alimentazione squilibrata, fumo, alcool e sedentarietà.
Risulta fondamentale un approccio completo, una diagnosi precisa come risultato di una visita medica generica e specialistica ed esami strumentali come l’ecografia del tessuto adiposo sottocutaneo per programmare percorsi terapeutici mirati e personalizzati.
La novità viene dagli States e si chiama SmoothShapes® un laser in grado di “liquefare” il grasso localizzato rendenderlo facilmente eliminabile; con lo stesso strumento si esegue anche un massaggio meccanico che allontana il grasso liquefatto e, contemporaneamente, ri-ossigena i tessuti eliminando i liquidi in eccesso e migliorando gli inestetismi della cellulite.
Si possono quindi trattare sia la cellulite che il grasso localizzato, servono una decina di sedute a cadenza bisettimanale ed una mensile per mantenere i risultati.
Il sistema SmoothShapes® è semplice e garantisce risultati duraturi, può essere effettuato su tutti i fototipi e durante tutto l’anno, è indolore, non presenta aspetti negativi post-trattamento ed è adatto non solo alle donne ma anche agli uomini.

Mesoterapia

La mesoterapia consiste nell’effettuare microiniezioni intradermiche loco-regionali, allo scopo di concentrare il farmaco solo ove è necessario, in modo da rallentarne la diffusione per renderlo meno invasivo e per prolungarne l’effetto nel tempo. Le iniezioni, eseguite sulla proiezione cutanea dell’organo o di una parte dell’organo sede di patologia, possono essere effettuate con tecnica di tunnellizzazione, a griglia, a ventaglio e/o a micropomfi mirati sia con tecnica tradizionale che mediante elettroporazione.
Le situazioni più frequentemente trattate con questa metodica sono costituite, in campo estetico, dalla cellulite e dall’adiposita localizzata.
Per i pazienti particolarmente ansiosi consigliamo il trattamento con tecnica di veicolazione transdermica. Nello specifico viene da noi utilizzato il sistema Hydrofor che prevede due sessioni settimanali per complessive 5/6 settimane.

Intralipoterapia

Lipocavitazione

L’idrolipoclasia ultrasonica è un trattamento che ha l’obiettivo di ridurre lo spessore del tessuto adiposo determinando una rottura degli adipociti (lipoclasia degli adipociti).
L’idrolipoclasia ultrasonica è una metodica terapeutica utile per il trattamento di:
- panniculopatia edemato-fibro-sclerotica (P.E.F.S.) ovvero cellulite associata ad adiposità localizzata in eccesso;
- adiposità distrettuale in eccesso;
- lipomi (trattamento precedente dell’asportazione chirurgica allo scopo di ridurre le dimensioni del lipoma e di favorire la formazione di un esito cicatriziale meno evidente);
- rimodellamento dopo una liposuzione chirurgica.
L’idrolipoclasia prevede l’impiego di un generatore di ultrasuoni a bassa frequenza.
Gli effetti prodotti dagli ultrasuoni (US) sul materiale biologico (e quindi sul tessuto adiposo) possono essere di vario tipo:
- micromeccanico;
- termico;
- chimico;
- di cavitazione.

L’insieme di questi effetti determina la rottura degli adipociti con fuoriuscita di trigliceridi, che vengono drenati dal sistema linfatico per poi riversarsi nel sistema venoso.
I trigliceridi raccolti dal sistema linfatico in parte vengono eliminati per via renale, mentre una quota raggiunge il fegato dove vengono coniugati a formare lipoproteine.
Il trattamento prevede l’infiltrazione della parte da trattare con soluzione fisiologica e l’utilizzo di una sonda ad emissione di ultrasuoni che viene mossa lentamente sull’area da trattare in più passaggi. Il paziente può avvertire una lieve sensazione di calore. I costi vanno da 120 euro a seduta
Radiofrequenza mono e bipolare

Carbossiterapia

La carbossiterapia riduce il grasso in eccesso, combatte la cellulite, rassoda i tessuti lavori scientifici e verifiche cliniche di sicurezza ed efficacia confermano che iniettare, tramite aghi sottilissimi, anidride carbonica nel tessuto adiposo sottocutaneo risulta essere un metodo naturale e senza rischi per il trattamento delle adiposità localizzate (cuscinetti di grasso di addome, fianchi, ginocchia), oltre che per la cura degli inestetismi della cosiddetta cellulite.

È un trattamento che non fa dimagrire ma che  miglioral’aspetto estetico, con ottimi risultati.

Deve essere associato ad una corretta dieta, ad un’adeguata attività fisica e all’utilizzo di metodiche mediche e fisioterapiche estetiche (decise da medici specialisti!!!) variabili da caso a caso, quali la mesoterapia, la lipocavitazione e intralipoterapia, la radiofrequenza e LPG-Endermologie.

La carbossiterapia quindi, in un percorso globale di dimagrimento armonico, si pone come terapia elettiva delle adiposità localizzate e della cellulite.

Gli effetti terapeutici della carbossiterapia sono: potente effetto lipolitico (uccide le cellule di grasso), azione diretta sul microcircolo (la cui alterazione è la causa scatenante la cellulite) determinando una dilatazione dei vasi sanguigni con maggior apporto di ossigeno e altri nutrienti alle cellule.

L’aumento di ossigeno contribuisce ad eliminare i liquidi in eccesso migliorando l’elasticità e il tono cutaneo e riducendo significativamente la buccia d’arancia. Tale metodica non ha effetti collaterali e non presenta alcuna tossicità dato che la C02 è prodotta naturalmente dalle cellule del nostro corpo, è assorbita rapidamente attraverso il flusso sanguigno ed espulsa tramite il fiato e i polmoni. La risposta è sempre notevole e immediata: levigazione della buccia d’arancia, diminuzione volumetrica delle adiposità localizzate, effetto “lifting” sui tessuti visibili in breve tempo.

Infrarossi

CURARE LA CELLULITE CON UN TRATTAMENTO SPECIALIZZATO E TESTATO SCIENTIFICAMENTE

L’ENDERMOLOGIA è una tecnica non chirurgica impiegata in medicina estetica per la riduzione degli inestetismi della cellulite, soprattutto di quella diffusa.

Consiste in un massaggio meccanico effettuato mediante un apparecchio dotato di rulli, i quali fatti scorrere sulla zona da trattare ne provocano un movimento (sollevamento e arrotolamento) tale da causare una redistribuzione del grasso accumulato e un rimodellamento della superficie cutanea.

Non prevede l’utilizzo di aghi come la mesoterapia. Il massaggio viene effettuato sulle zone da trattare in posizione supina.

Durante il trattamento si utilizza una apposita tuta, sia per questioni igieniche che per favorire l’adesione dei rulli sul corpo. L’effetto immediato è quello di un massaggio rilassante ed energizzante.

All’endermologia, o massaggio endermologico si ricorre in genere per ottenere un rimodellamento dei contorni del corpo, in un percorso di dimagrimento armonico, e per la cura della pannicolopatia edemato fibro sclerotica (cellulite); è altresì raccomandabile, per ottenere risultati certi e duraturi, che il trattamento sia accompagnato da una dieta ipocalorica, da costante esercizio fisico, e da trattamenti medico estetici effettuati da medici specialisti, quali la mesoterapia, la carbossiterapia, la lipocavitazione e la radiofrequenza, diversificati in funzione dello stadio della patologia estetica cellulite e dell’associazione o meno di adiposità localizzata e rilassamento cutaneo in un percorso diagnostico e terapeutico sinergico e personalizzato.

Thermage

ENERGIA CHE RASSODA

Non richiede anestesia nè punti di sutura, e non lascia cicatrici.

Il Thermage, famoso in tutto il mondo come “lifting non chirurgico della pausa pranzo” è una metodica medicale non invasiva (coperta da numerosi brevetti internazionali) e approvata dall’ FDA americana (Ministero della Salute Americano) come reale e valido metodo alternativo non chirurgico per ringiovanire viso e corpo rassodando i tessuti in modo veloce e duraturo.

Modellare i contorni del viso, distendere e rassodare la cute del corpo ridisegnandone la silhouette e contrastare gli inestetismi della cellulite (cuscinetti e buccia di arancia) senza ricorrere al bisturi è possibile, grazie al Thermage, un sistema che sfrutta la radiofrequenza monopolare. Si tratta di un metodo dall’efficacia garantita che non richiede anestesia, nè punti di sutura e non lascia cicatrici.

Sono quasi 2 milioni le persone nel Mondo (gente comune ma anche moltissime star) che hanno ad oggi potuto apprezzare i risultati del Thermage. Il trattamento ha inizio solo dopo un’accurata valutazione medica, ecografica e fotografica; dura da 1 a 2 ore dopodichè si può tornare alle attività quotidiane. Il Thermage è adatto a qualsiasi tipo di pelle, può essere effettuato anche d’estate e su pelli abbronzate.

Linfo-Radiofrequenza

LINFO-RADIOFREQUENZA e MASSAGGIO LINFODRENANATE

Il massaggio linfodrenante secondo Vodder è molto utile ma soltanto se fatto bene da massaggiatori che abbiano frequentato scuole riconosciute dalle società scientifiche.

La radiofrequenza bipolare (ENDOSIT di Winform) ne potenzia l’effetto drenante, ricompatta e tonifica i tessuti, e risulta utile anche nei casi di cellulite avanzata (buccia d’arancia) e con una certa lassità cutanea. Il ciclo prevede 10-15 sedute a cadenza settimanale. Si può abbinare a un ciclo di mesoterapia, lipocavitazione e carbossiterapia. Indispensabile è uno stile di vita sano

Per contrastare la cellulite l’ideale è camminare, il non plus ultra è passeggiare sul bagnasciuga e nell’acqua, per riattivare la circolazione. Anche l’acquagym è efficace. Ottime le acque termali che asciugano il fisico. L’alimentazione corretta prevede niente alimenti salati, dolci, bevande gassate e zuccherine, alcolici.

Bere tanto fa bene, meglio acqua: oligominerale e non gassata.
No al fumo: altera il microcircolo e riduce gli effetti di tutti i trattamenti.

Eccessiva sudorazione

La tossina botulinica è la metodica più utilizzata per ridurre l’eccesiva sudorazione di ascelle, mani e piedi. Per quanto riguarda l’iperidrosi di ascelle, mani e piedi, la terapia con tossina botulinica, malgrado offra risultati temporanei, è considerata la più valida da larga parte della Letteratura. Le aree iperidrosiche possono essere mappate accuratamente con il Test di Minor.
La tossina botulinica viene iniettata nel derma e nel sottocute più superficiale (dove sono localizzate le ghiandole) con dosaggi e diluizioni adeguate. Non è necessaria alcuna anestesia loco-regionale. Il farmaco impiega circa 2 giorni per cominciare a far sentire i suoi effetti; occorrono circa 10 giorni per raggiungere il risultato pieno ed il paziente deve essere avvisato che i benefici dureranno solo alcuni mesi (6-7 mesi di media).