Trattamenti viso

Trattamenti viso

[tabs slidertype="left tabs" fx="slide" auto="yes" autospeed="15000"] [tabcontainer] [tabtext]BIORIVITALIZZAZIONE CUTANEA[/tabtext] [tabtext]RINGIOVANIMENTO GLOBALE: RESURFACING NON ABLATIVO[/tabtext] [tabtext]CORREZIONE DELLE RUGHE E RIMODELLAMENTO DELLE LABBRA: I FILLERSCUTANEA[/tabtext] [tabtext]TOSSINA BOTULINICA[/tabtext] [/tabcontainer] [tabcontent] [tab]

BIORIVITALIZZAZIONE CUTANEA

Nella crescente domanda di ringiovanimento cutaneo per i diversi distretti corporei, la biorivitalizzazione costituisce una delle tecniche più efficaci ed avanzate. Lo scopo è di mantenere e/o ricostruire la fisiologica concentrazione di tutte le diverse componenti strutturali del derma, struttura portante della nostra pelle che interviene, quando alterato, nella la formazione delle rughe. La pelle si nutre da dentro. La biorivitalizzazione non fa altro che nutrire la nostra pelle mantenendola così in pieno benessere e quindi giovane e bella in maniera fisiologica.
Le sostanze attive naturali che possono essere impiegate a tale scopo sono molteplici: vitamine, aminoacidi, minerali, coenzimi, precursori degli acidi nucleici, acido ialuronico, sostanze omeopatiche e omotossicologiche, ecc. Il loro impiego ha l’obiettivo di:
• stimolare il metabolismo cellulare e il rinnovamento cellulare del derma e dell’epidermide
• contrastare l’attacco dei radicali liberi (veri killer delle nostre cellule)
• idratare, nutrire il tessuto
• rendere la cute più tonica e compatta
La biostimolazione può essere effettuata a livello del viso, collo, decolletè, mani, addome, glutei, interno braccia e interno cosce.

[/tab] [tab]

RINGIOVANIMENTO GLOBALE: RESURFACING NON ABLATIVO

Con il termine di “resurfacing” si intende un trattamento in cui il Medico, utilizzando un laser chirurgico (Er:Yag o CO²) asporta, strato per strato, l’intera epidermide attenuando le rughe o le cicatrici depresse come quelle post-acneiche.
Fino ad oggi i trattamenti di laser resurfacing, non sempre erano scevri da effetti collaterali importanti e comunque non consentivano tempi di recupero brevi.
Più recentemente, allo scopo di ridurre le problematiche suddette, la ricerca tecnologica si è orientata verso procedure laser in grado di determinare un danno termico controllato e limitato al derma papillare e reticolare superiore, nel rispetto dell’integrità anatomica epidermica.

[/tab] [tab]

CORREZIONE DELLE RUGHE E RIMODELLAMENTO DELLE LABBRA: I FILLERS

I fillers sono costituiti dai prodotti iniettabili e vengono utilizzati in medicina estetica per riempire rughe, colmare avvallamenti del viso, rimodellare le labbra. I materiali che possono essere iniettati per ottenere un’attenuazione o la cancellazione di rughe e depressioni e per il rimodellamento di alcune zone del volto si dividono in due gruppi: assorbibili a riassorbimento cutaneo progressivo e completo e non assorbibili persistenti nella cute per diversi anni o anche indefinitamente.
Nella nostra pratica, oltre ai trattamenti di resurfacing con laser frazionato, utilizziamo materiali assorbibili a base di Acido ialuronico purificato. L’acido ialuronico è un elemento strutturale naturale del derma, è completamente metabolizzabile ed essendo prodotto in formulazioni differenziate consente una correzione mirata degli in estetismi. L’Acido ialuronico è presente nella matrice intercellulare della maggior parte dei tessuti connettivi umani e animali, in particolare nella cute. Il prodotto comunemente utilizzato in medicina estetica viene ottenuto per fermentazione batterica e, attraverso numerosi passaggi di estrazione e purificazione, viene purificato e reso altamente biocompatibile.  [/tab] [tab]

TOSSINA BOTULINICA

La tossina botulinica viene utilizzata sia per ridurre le rughe d’espressione sia nei casi di eccessiva sudorazione.
In campo estetico si utilizza il sierotipo purificato di tipo “A” (Vistabex) che risulta essere il più potente e il più duraturo. La tossina non agisce riempiendo la ruga ma agisce a livello delle sinapsi neuromuscolari e neuroghiandolari bloccando la liberazione del neurotrasmettitore.
Ciò consente di rilasciare la muscolare e di bloccare l’attività ghiandolare. Si determina quindi il rilassamento del muscolo con notevole attenuazione di quella trazione continua, spesso involontaria e inconsapevole, sui tessuti sovrastanti che dà il caratteristico aspetto di rughe da corrugamento.
A oggi, l’impiego di tale presidio è prevalentemente utilizzato per la correzione delle rughe d’espressione del terzo superiore del viso: le rughe orizzontali della fronte, le rughe verticali situate a livello della radice del naso e le fini rugosità perioculari, le cosiddette “ zampe di gallina”, al lato degli occhi.

[/tab] [/tabcontent] [/tabs]